Home » CGIL » Anche CGIL in “Viaggio legale” con la Mehari verde di Siani: tre giornate di eventi per contrastare le Mafie

Anche CGIL in “Viaggio legale” con la Mehari verde di Siani: tre giornate di eventi per contrastare le Mafie

image_pdfimage_print

La Mehari di Giancarlo Siani, giornalista de Il Mattino di Napoli, ucciso brutalmente dalla camorra il 23 settembre 1985, farà tappa a Rimini da venerdì 17 al 19  febbraio. La Mehari verde, è proprio l’auto a bordo della quale trovò la morte il giovane napoletano, assassinato a soli 26 anni.
Un percorso e un progetto di cittadinanza e contrasto alle mafie, lungo la via Emilia, promosso dalla FILTCGIL, Nidil, CGIL, Libera, Dig, Iolotto, Comune di Rimini, Arci, e altri, sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.
«Saremo in prima linea, come CGIL,  in piazza Cavour il 17 febbraio alle 10 ad accogliere l’arrivo della terzultima tappa del “Viaggio legale”. – Spiega Graziano Urbinati segretario Generale CGIL Rimini  a margine della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta questa mattina – La novità della presenza di Maurizio Landini, Segretario Generale della FIOM, conferma l’impegno e l’interesse che il nostro sindacato mette  nella questione legalità. Le infiltrazioni mafiose sul territorio regionale, (vedi Aemilia), ci portano a tenere alta la guardia e l’attenzione in Riviera. Due dei più prestigiosi salotti, presi di mira dalla malavita, il Green Bar a Riccione oggi attualmente confiscato, e il Caffè delle Rose a Rimini, sotto sequestro, ma anche tutto il tema degli appalti sempre a rischio, ci fanno capire quanto sia importante impegnarsi, e continuare la nostra battaglia per debellare questo fenomeno criminale, che ci impoverisce tutti.  Occorre inoltre che anche a livello scolastico si presti più attenzione all’educazione e alla partecipazione a questi importanti appuntamenti».
“Il viaggio legale”, ci prepara ad altri due importanti momenti, che si terranno in provincia – come ricorda Gaia Trunfio, coordinatrice provinciale di Libera – il 1 marzo a Misano, si terrà la serata della Legalità e l’incontro con Giovanni Impastato, fratello di Peppino, che ci aiuterà a riannodare i fili della memoria. Mentre il 21 marzo “XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie: Luoghi di speranza, testimoni di bellezza”,  in piazza Cavour, verranno letti i nomi delle vittime delle Mafie.
C’è anche l’Associazione DIG tra i promotori della tappa riminese de “Il Viaggio Legale”. L’Associazione riccionese che da due anni organizza i DIG Awards si pone tra i suoi obiettivi quello di sostenere e promuovere il giornalismo d’inchiesta, partendo dalle storie dei giornalisti minacciati, del quadro giuridico – nomativo della professione giornalistica.  “Intimidazioni. Quando i giornalisti sono minacciati dalle mafie”, il titolo dell’incontro che si svolgerà Venerdì 17 FEBBRAIO alle 21 presso la Sala del Giudizio del Museo di Rimini  che vede la partecipazione del giornalista di Repubblica Attilio Bolzoni, curatore tra l’altro del blog Mafie  e Valerio Vartolo avvocato dello Sportello Legale di Ossigeno Informazione. A moderare la tavola rotonda sarà il giornalista e scrittore MATTEO MARINI. Il 18 febbraio “La Mehari arriva in Cineteca. e il 19 febbraio il pranzo della Legalità alla cooperativa Punto Verde.

Il viaggio della Mehari verde, iniziato il 18 novembre scorso a Piacenza, ha toccato le principali città sull’asse della via Emilia e si concluderà il prossimo 5 marzo a Ravenna.

Il programma completo delle giornate del 17-18-19 febbraio sono scaricabili qui

VERIFICA ANCHE

Legge di Bilancio. Inaccettabile la mancata stabilizzazione dei collaboratori delle segreterie scolastiche

La legge di bilancio (AS 2960), depositata in Senato il 2 novembre 2017, purtroppo non …