Home » DONNE » 8 Marzo 2017 ore 11.30 – Fermiamoci 1 Minuto

8 Marzo 2017 ore 11.30 – Fermiamoci 1 Minuto

image_pdfimage_print

8 MARZO. Fermiamoci 1 minuto”. E’ questa l’indicazione di CGIL CISL UIL territoriali per la giornata della donna. Un gesto simbolico, solo apparentemente semplice, che invita tutti quanti, ma soprattutto gli uomini, a fermarsi, a riflettere su quanto sta avvenendo, su questa regressione sociale che produce fenomeni di violenza e intolleranza rivolti in particolare contro le donne. Ma prima ancora di questo invito alla riflessione c’è una domanda che campeggia nell’immagine che è stata scelta, per questa giornata, un profilo di uomo trasfigurato in punto interrogativo: Uomo che fai? E’ una domanda rivolta a chi è autore di violenze, ma soprattutto a chi è convinto che queste violenze non lo riguardino, che siano cose di donne.

Sul fronte del contrasto alla violenza nei confronti delle donne dall’inizio del 2017 le istanze di ammonimento raccolte dalla Questura di Rimini sono state 37 e 16 gli ammonimenti disposti. La maggior parte delle persone colpite dall’ammonimento sono uomini di età compresa tra i 30 e i 55 anni. Nel 2016 la Questura di Rimini ha raccolto 160 denunce per maltrattamenti. Sono 18 le misure cautelari eseguite, tra divieti di avvicinamento o custodia cautelare. In Emilia Romagna dal gennaio 2016 a oggi si contano 9 femicidi e 4 tentati femicidi; nel 2015 erano stati 6.

Noi vogliamo chiedere a tutti gli uomini e donne che non vogliono stare a guardare passivamente, di diventare attenti protagonisti delle loro azioni e dei loro comportamenti. Soprattutto là dove la violenza contro le donne è più velata, a partire dalle famiglie, dalle scuole, dai luoghi di lavoro dove, grandi e piccole violenze sessiste si consumano ogni giorno.

Cgil Cisl e Uil vogliono essere protagoniste di questo cambiamento che è prima di tutto culturale, vogliono intervenire per affermare il principio del rispetto della vita e della libertà delle persone contro la violenza, contro le discriminazioni sul lavoro, contro le disuguaglianze.

Per interrogarci su questa cultura che divide gli uomini e le donne abbiamo scelto di rivolgere il nostro messaggio a tutta la città, ma in primo luogo nei luoghi di lavoro. Per questo abbiamo chiesto l’adesione anche delle Istituzioni, delle Associazioni di categoria, degli Enti. La locandina con la scritta “Noi aderiamo” segnalerà che in quel posto di lavoro, azienda, ufficio, negozio o mezzo pubblico, dalle 11,30 alle 11,31 ogni attività sarà sospesa fuorchè quella del pensiero.

VERIFICA ANCHE

Una Panchina Rossa contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre Giornata internazionale contro la violenza di genere è una data molto importante, …