Home » CATEGORIE » FUNZIONE PUBBLICA » Aziende Sanitarie. Il nuovo sistema informatico paralizza tutti gli Uffici Personale

Aziende Sanitarie. Il nuovo sistema informatico paralizza tutti gli Uffici Personale

image_pdfimage_print

Comunicato stampa – La Regione Emilia Romagna e le Aziende Sanitarie hanno convenuto di utilizzare un sistema informatizzato di gestione delle risorse umane sempre più efficiente ed omogeneo a livello regionale, in linea con l’aggiornamento normativo e gli standard che le nuove tecnologie raccomandano.
Tale sistema: Gestione Risorse Umane (GRU), in sostituzione dei 16 vecchi sistemi informatici in uso nelle 14 Aziende Sanitarie della Regione Emilia-Romagna, doveva garantire le necessarie autonomie aziendali , consentendo la realizzazione di sinergie gestionali, assicurando, a livello regionale, i necessari strumenti di controllo e programmazione.
Ma il sistema informatico GRU, dopo circa 6 mesi dalla sua implementazione nelle Aziende Sanitarie di Ferrara, Bologna, Imola e della Romagna, sta creando gravi difficoltà e complicazioni in ordine alle gestione del personale e al conteggio delle ore lavorate, degli straordinari, delle ferie.
Tutti gli Uffici Personale delle Aziende Sanitarie sono praticamente “paralizzati” nella gestione e nel conteggio corretto delle ore lavorate, delle ferie maturate e/o usufruite dal personale e nelle gestione di diritti come la Legge 104 per la tutela dell’Handicap, del Part Time o della legge 151 a tutela della maternità e paternità.
In sostanza, nonostante gli sforzi e l’impegno quotidiano del personale amministrativo, il sistema informatico non funziona e non risponde affatto ai requisiti per cui era stato pensato.
Riteniamo condivisibile la scelta politica di andare verso una sempre maggiore integrazione delle Aziende Sanitarie e ad una semplificazione delle procedure, ma è assolutamente inaccettabile che vengano implementate scelte politiche, con sperpero di risorse pubbliche, che si traducono in risultati fallimentari, negando elementari diritti dei lavoratori e creando disagi che poi inevitabilmente rischiano di ricadere sui cittadini.
Chiediamo con forza quindi alla Regione e alle Aziende Sanitarie di attivarsi urgentemente per rimuovere gli ostacoli organizzativi/tecnici che stanno creando gravi problemi e disagi ai lavoratori prima che questi diventino irrecuperabili.

FP CGIL SANITA’ Cesena Forlì Ravenna Rimini

VERIFICA ANCHE

Chiusura casa di riposo Villa Quick. Messi in sicurezza gli ospiti occorre trovare una soluzione per le lavoratrici

Comunicato stampa. Bene la chiusura di Villa Quick. Ma il senso di responsabilità dimostrato dalle …