Home » CGIL » Porto di Cattolica. Si entra nella fase esecutiva

Porto di Cattolica. Si entra nella fase esecutiva

image_pdfimage_print

Comunicato stampa. Sulle problematiche del porto di Cattolica legate alle attività della Ferretti e sugli urgenti lavori di dragaggio, l’iniziativa sindacale comincia a produrre dei risultati positivi e concreti. Sono stati utili a questo proposito gli incontri con l’assessore regionale Emma Petitti, le relazioni con l’Amministrazione Comunale e da ultimo con l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Cattolica Fausto Battistel.

Le risorse che la Regione ha stanziato per il dragaggio ammontano a 300.000 euro, una cifra che è stata ritenuta congrua dal Comune e il cui utilizzo è stato esposto nel dettaglio nel corso della riunione tra l’assessore Battistel e la delegazione sindacale lunedì 11 novembre. Erano presenti per la Fillea Cgil il Segretario generale Renzo Crociati, per la Filca Cisl Romagna il Segretario generale Roberto Casanova e la RSU della Ferretti.

Dopo le analisi dello stato del Porto l’attività vera e proprio di dragaggio avrà inizio a febbraio 2020. Il Comune si è impegnato a fare un accordo quadro con l’azienda che otterrà l’appalto e che dovrà avere la durata di due anni. Nel contempo si è reso disponibile a convocare incontri periodici di verifica con il Sindacato utili raccogliere anche elementi di conoscenza da parte dei lavoratori.

Fillea Cgil Rimini – Filca Cisl Romagna – RSU Ferretti

VERIFICA ANCHE

Coronavirus Fase 2. Si riparte in sicurezza ma con delle criticità aperte

Comunicato stampa. Il 4 maggio siamo entrati ufficialmente in quella che viene definita la Fase …