1

Start e costi di gestione elevati: tutta colpa dei numeri?

Rimini, 16 gennaio 2017 – Lettera aperta dei sindacati a STAR Romagna

Dal sito di agenzia mobilità, quindi da un sito pubblico la cui consultazione è visibile a tutti, apprendiamo che ci sono dati interessanti che riguardano i costi della società partecipata dei Comuni per quanto riguarda il trasporto pubblico locale. Nell’ultimo periodo sugli organi di stampa locali, sono apparsi articoli nei quali alcuni esponenti politici addossavano ai lavoratori dipendenti della società di gestione del trasporto pubblico locale, la responsabilità dei costi di gestione elevati. Ci pare molto superficiale soffermarsi su queste dichiarazioni “sterili,” di chi cerca un capro espiatorio per fare solo polemica, mentre invece, sarebbe opportuno dimostrando senso di responsabilità per i ruoli rivestiti, attribuire il giusto peso alle cose.

I Comuni soci di Agenzia Mobilità dovrebbero essere al corrente del peso economico e dei costi della stessa. Dal Bilancio 2015 di Agenzia Mobilità si evince, che su 21 persone, ci sono 3 dirigenti, 5 quadri, 12 impiegati e un operaio. I tre dirigenti hanno un costo dichiarato complessivo di 311.550 euro. Pertanto l’importo di 272.000 euro che la Regione Emilia Romagna stanzia per il costo dell’intera struttura, non è sufficiente neanche per pagare i dirigenti. Il costo complessivo del personale di AM, sempre nel 2015 è stato di 1.443.695 euro, con un costo medio di circa 70.000 euro a persona.

“Pensate che il costo così elevato sia da imputare agli impiegati e all’unico operaio? Se volessimo cercare un capro espiatorio certamente si!” Alle spese sopra elencate vanno aggiunti ulteriori oneri per il personale impegnato nella realizzazione e nel disbrigo delle pratiche relative al TRC, per un totale di oltre 700.000 euro (Consulenze sito AM). A quanto sopra va aggiunta, come Ciliegina sulla torta, un Premio di risultato che ahimè, vogliamo parlarne? Non è certamente paragonabile al modico premio di risultato che percepisce un autista della Start Romagna.

L’operatore di esercizio per ottenerlo deve rimboccarsi le maniche 365 giorni all’anno per raggiungere gli obiettivi prefissi e non deve commettere anche il più piccolo errore, altrimenti tutto salta. “Vogliamo anche in questo caso attribuire gli elevati costi di una Azienda di trasporto pubblico all’autista? Se volessimo cercare un altro capro espiatorio certamente si.!!!! Start Romagna con i suoi 948 dipendenti ,di cui 3 dirigenti , 13 quadri, e 932 operai, se la matematica non è un opinione, è certamente meno gravosa di Agenzia Mobilità. L’elevato costo che si attribuisce al trasporto pubblico locale è causato dagli impiegati dall’unico operaio di Agenzia e dagli autisti di Start Romagna? Vogliamo parlarne? Noi ci siamo.

Per le OOSS
Ornella Giacomini
Segretario FILT CGIL Rn