Strage di Bargi: CGIL e UIL estendono ad otto ore lo sciopero generale di domani in tutti i settori economici

Confermato il presidio davanti alla Prefettura, invitati anche i sindaci ed il Presidente della Provincia

Alla luce della strage avvenuta alla centrale idroelettrica di Bargi (bacino di Suviana), CGIL e UIL Emilia-Romagna hanno esteso per tutta la regione, per tutti i settori economici (pubblici e privati) e per l’intero turno di lavoro di giovedì 11 aprile lo sciopero generale.

CGIL Rimini e UIL Rimini esprimono il loro cordoglio e si stringono alle famiglie delle vittime di questa

ennesima strage determinata da un modello di fare impresa che è urgentemente da cambiare.

CGIL e UIL Rimini confermano il presidio sindacale davanti alla Prefettura, in via IV Novembre, alle 17:00 di giovedì 11 aprile. Si invitano lavoratrici, lavoratori, pensionate e pensionati a partecipare alla mobilitazione ed al presidio. L’invito a partecipare è stato esteso formalmente a tutti i sindaci ed al Presidente della Provincia, per dare un segnale tangibile della vicinanza delle istituzioni al mondo del lavoro.

Rimini, 10/4/2024

CGIL RIMINI – UIL RIMINI

Francesca Lilla Parco – Giuseppina Morolli

VERIFICA ANCHE

CGIL – FILCAMS – FLC ER: Turismo e lavoro stagionale, basta cercare scorciatoie. Servono investimenti nella qualità del lavoro e dei servizi. La priorità è aumentare i salari e migliorare le condizioni di lavoro.

"Cgil-Filcams-Flc Er: Turismo e Lavoro Stagionale - Investire nella Qualità del Lavoro e dei Servizi per un Futuro Sostenibile."