Lavori nello sport? Difendi il tuo lavoro, conquista i tuoi diritti

NIdiL CGIL, il sindacato dei lavoratori atipici e precari, sarà a Riminiwellness con il proprio stand

NIdiL CGIL sarà a Riminiwellness, ai padiglioni fieristici di IEG, dal 30 maggio al 2 giugno.

Lo stand per chi lavora nel settore dello sport sarà nel Settore fitness, padiglione D1, stand 190.

Cosa sarà possibile trovare allo stand NIdiL

Con la riforma dello sport è stato fatto un piccolo passo avanti per riconoscere diritti a coloro che operano nel settore sportivo, ma la strada è ancora lunga per affermare le giuste tutele alle collaboratrici e collaboratori sportivi. Presentandosi allo stand NidiL CGIL sarà possibile avere consulenze qualificate rispetto alle forme di lavoro legalmente valide nel mondo dello sport, verificare la propria condizione lavorativa, iscriversi a CGIL. Sarà inoltre possibile firmare per i quattro referendum CGIL “Il lavoro è un bene comune”, per contrastare i rapporti di lavoro precari, aumentare la sicurezza negli appalti, abrogare il Jobs Act e reintrodurre maggiori tutele contro i licenziamenti ingiusti.

Per chi lavora nello sport è fondamentale conoscere i propri diritti per non peggiorare le proprie condizioni contrattuali e confrontarsi con il sindacato nel caso di proposte o richieste di trasformazione del rapporto di lavoro in autonomo. Anche l’apertura della Partita IVA per un lavoratore sportivo deve essere una scelta consapevole.

Per garantire a tutti coloro che lavorano nello SPORT in provincia di Rimini un’adeguata consulenza, NIdiL CGIL (lavoratori para subordinati e autonomi sportivi) attende i lavoratori dello sport a Riminiwellness per consulenze ed informazioni, per maggiori dettagli è possibile contattare:

NIdiL CGIL Valeria Podrini 345 6640987 valeria.podrini@er.cgil.it

Rimini, 28/5/2024

NIdiL CGIL RIMINI

VERIFICA ANCHE

ALLARME CALDO: SI ATTIVI LA CASSA INTEGRAZIONE

FILLEA CGIL RIMINI – FILCA CISL ROMAGNA – FENEAL UIL RIMINI chiedono di attivare in tutte le imprese di costruzioni la cassa integrazione nei casi previsti dalle normative annunciando che partiranno opportuni solleciti tramite PEC alle aziende edili della provincia di Rimini.