In provincia di Rimini tassi di delittuosità per violenza sessuale allarmanti: educazione sentimentale e prevenzione contro la violenza di genere

CGIL Rimini, Rompi il Silenzio e Dire Uomo insieme, giovedì 23 novembre al Cinema Teatro Tiberio, nell’ambito delle iniziative per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Sessismo, violenza e discriminazioni di genere rappresentano tra le più gravi piaghe sociali che impediscono all’Italia uno sviluppo equo e giusto. A questa condizione si somma lo stillicidio pressoché quotidiano di femminicidi, che nel 2023 ha già mietuto, con Giulia Cecchettin, 103 vittime.

Femminicidi in crescita in Italia nel 2023

Secondo i dati del Servizio analisi criminale del Dipartimento pubblica sicurezza del Viminale, alla data del 12 novembre, relativamente al periodo 1 gennaio – 12 novembre 2023 sono stati commessi 285 omicidi, con 102 vittime donne, di cui 82 uccise in ambito familiare/affettivo; di queste, 53 hanno trovato la morte per mano del partner/ex partner. Gli omicidi del periodo sopra indicato rispetto a quello analogo dello scorso anno registrano un incremento sia nel numero degli eventi, che da 274 arrivano a 285 (+4%), sia nel genere delle vittime; le donne uccise da 101 passano a 102 (+1%). Anche per quanto attiene ai delitti commessi in ambito familiare/affettivo i dati del Viminale evidenziano un aumento nell’andamento generale degli eventi, che passano da 120 a 125 (+4%). In aumento, rispetto allo stesso periodo del 2022, sia il numero degli omicidi commessi dal partner o ex partner, che da 56 diventano 58 (+4%), che quello delle relative vittime donne, le quali da 51 passano a 53 (+4%).

Uno spaccato della situazione a Rimini

L’Osservatorio di genere della Provincia di Rimini, nei suoi dati presentati la scorsa settimana, ha evidenziato come il tasso di delittuosità delle violenze sessuali (per 100.000 abitanti) sia elevato: superiore alla media nazionale (quasi il doppio) e regionale. Sono state infatti 54 le violenze sessuali denunciate in provincia di Rimini nel 2021 (erano 37 nel 2020 e 42 nel 2019); spingendo così il tasso di delittuosità al 16 su 100.000 abitanti (Emilia – Romagna 14,2 ; Italia 8,9).

L’importanza dell’educazione sentimentale

La pornografia, da tempo disponibile gratuitamente a portata di smartphone, oggi gioca un ruolo centrale nella costruzione dell’identità maschile, senza che alcun equipaggiamento emotivo sia fornito ai giovani dal mondo degli adulti: le conseguenze possono privare le relazioni affettive e sessuali di qualsivoglia rispetto dell’uno verso l’altra. Monica Lanfranco scrive: “mettere al centro il corpo, le emozioni, le relazioni, il piacere, la scelta di ogni essere umano di costruire una vita il più possibile condivisa, serena e ricca emotivamente dovrebbe essere uno degli obiettivi di maggiore interesse per una collettività che voglia vivere in pace e armonia. Creare trasformazione e cambiamento è possibile, e riportare al centro l’empatia, il corpo, la sessualità non come genitalità ma come emozione è l’antidoto più efficace contro la violenza”.

L’educazione ai sentimenti sin dai primi anni di scuola è necessaria e urgente; servono iniziative strutturali, da intraprendere non solo quando i riflettori sono accesi su un femminicidio già commesso. Le istituzioni locali possono stimolare il sistema educativo, affinché si aprano le porte delle scuole alla radicata rete associativa posta a contrasto della violenza di genere ed a prevenzione dei femminicidi?

Si rifletterà anche su questi temi all’interno della tavola rotonda organizzata da CGIL Rimini insieme a Rompi il Silenzio e DireUomo, giovedì 23 novembre alle ore 20 al Cinema Teatro Tiberio di Rimini (via S. Giuliano, 16). Alla tavola rotonda dal titolo Il rispetto delle proprie ed altrui emozioni, corpi e sessualità, prenderanno parte Elvira Ariano (Centro Antiviolenza Rompi il Silenzio) e Monica Lanfranco (Giornalista, scrittrice, formatrice).La tavola rotonda vedrà la moderazione di Francesca Lilla Parco (Segretaria confederale CGIL Rimini). Alle ore 21, nella sala del Cinema Teatro Tiberio, sarà proiettato il film drammatico del 2022 “Women Talking – Il diritto di scegliere” con la regia di Sarah Polley.

Entrambi gli eventi, promossi nell’ambito di “Donne coraggio! – Iniziative in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”, sono ad ingresso libero.

Rimini, 20/11/2023

CGIL Rimini

VERIFICA ANCHE

Il crollo avvenuto nel cantiere per la costruzione di un supermercato a Firenze è l’ennesima tragedia insopportabile di morte sul lavoro, di cui ancora, a ore di distanza, non è chiara la dimensione

Il crollo avvenuto nel cantiere per la costruzione di un supermercato a Firenze è l’ennesima tragedia insopportabile di morte sul lavoro, di cui ancora, a ore di distanza, non è chiara la dimensione.