Democrazia è partecipazione* (aggiornamento)

* (L’INCONTRO DEL 21 MAGGIO VIENE RINVIATO AL 4 GIUGNO IN RISPETTO AL LUTTO CHE HA COLPITO IL CANDIDATO SINDACO DI VERUCCHIO GIANCARLO LAZZARETTI)

CGIL Rimini in campo per informare sui quattro quesiti referendari e per stimolare la partecipazione al voto comunale dell’8 e 9 giugno prossimi

Prosegue la raccolta firme sui quesiti referendari “Il lavoro è un bene comune”

La raccolta firme a sostegno dei referendum CGIL è entrata nel vivo, con tavoli di raccolta firme presso i mercati settimanali di Bellaria-Igea Marina, Coriano, Riccione, Rimini, Santarcangelo di Romagna e Novafeltria.

I referendum CGIL riguardano quattro temi, rispetto ai quali l’intento è quello di portare i cittadini al voto nella primavera 2025:

  • Abrogazione del Jobs Act
  • Abrogazione del tetto all’indennizzo per i licenziamenti illegittimi
  • Abrogazione dell’abuso del contratto a termine
  • Abrogazione della de responsabilizzazione delle aziende negli appalti

L’iniziativa referendaria CGIL intende capovolgere il paradigma secondo il quale la libertà d’impresa oggi travalica ogni altro diritto (si veda a titolo di esempio l’irrisolto stillicidio di morti sul lavoro); s’intende rimettere al centro lavoratrici e lavoratori, riequilibrando diritti e doveri nel mondo del lavoro.

Santarcangelo di Romagna e Verucchio: al via le prime due iniziative pubbliche CGIL su referendum ed elezioni comunali

Il lavoro e i temi sociali devono far parte della discussione elettorale. Una certa narrazione che pone al centro dei programmi politici il mero sviluppo economico, slegato da ogni sostenibilità e frutto di visioni miopi che focalizzano solo interessi particolari, ha contribuito a determinare la disaffezione verso il voto. CGIL Rimini, in vista delle prossime elezioni amministrative, intende contribuire a fermare questa tendenza che mina alla radice la democrazia, promuovendo sul territorio alcune iniziative pubbliche che coinvolgeranno inizialmente i Comuni di Santarcangelo di Romagna e Verucchio.

Si parte martedì 21 maggio con Villa Verucchio alle ore 16.45 in piazza del Vecchio Ghetto con due incontri pubblici; nel primo si parlerà dei referendum CGIL con ospiti il Segretario generale FIOM CGIL Emilia-Romagna Giovanni Cotugno e il Prof. Domenico Pazzini. Alle ore 18 si terrà un confronto pubblico tra chi si candida alla guida del Comune di Verucchio per i prossimi 5 anni: Roberto Baschetti, Fabio Fraternali, Lara Gobbi e Giancarlo Lazzaretti, che dialogheranno con la Segretaria generale CGIL Rimini Francesca Lilla Parco. In caso di maltempo l’iniziativa si terrà presso la sala Tondini (piazza Europa).

La seconda iniziativa pubblica coinvolgerà invece la cittadinanza di Santarcangelo di Romagna: mercoledì 22 maggio, dalle ore 16.45 presso il Clementino Caffè (via G. Marini, 6c), si terrà un incontro sui temi referendari con il Coordinatore dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata della Provincia di Rimini Ivan Cecchini e il Segretario generale nazionale di FILLEA CGIL Alessandro Genovesi. Alle ore 18 la Segretaria generale CGIL Rimini Francesca Lilla Parco incontrerà in un dibattito pubblico i candidati sindaci Luigi Berlati, Barnaba Borghini e Filippo Sacchetti. In caso di maltempo l’iniziativa si terrà al Centro sociale Franchini (via Montevecchi).

La cittadinanza di Santarcangelo di Romagna e di Verucchio è invitata a partecipare.

Rimini, 17/5/2024

Camera del Lavoro Territoriale – CGIL Rimini

VERIFICA ANCHE

ALLARME CALDO: SI ATTIVI LA CASSA INTEGRAZIONE

FILLEA CGIL RIMINI – FILCA CISL ROMAGNA – FENEAL UIL RIMINI chiedono di attivare in tutte le imprese di costruzioni la cassa integrazione nei casi previsti dalle normative annunciando che partiranno opportuni solleciti tramite PEC alle aziende edili della provincia di Rimini.